Patto dei Sindaci

logo_itIl Patto dei Sindaci è un’importante iniziativa lanciata nel 2008 dalla Commissione Europea dopo la pubblicazione del Pacchetto europeo su clima ed energia (20-20-20).

E’ rivolta ai comuni, che aderiscono al Patto su base volontaria impegnandosi così a contrastare il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici, attraverso l’aumento dell’efficienza energetica e dell’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili nei propri territori.  Con il loro impegno i firmatari del Patto intendono ridurre le emissioni di CO2 di almeno il 20% entro il 2020.

I firmatari del Patto sono tenuti a definire un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES), il  documento programmatico che stabilisce come verranno ridotte le emissioni di CO2 entro il 2020, definendo le attività e le misure istituite per raggiungere gli obiettivi di riduzione.

A fine 2015 il Patto dei Sindaci è entrato ufficialmente in una nuova fase. Fin dal nome, che è diventato Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia, è stato reso più esplicito l’obiettivo del movimento. Con il nuovo Patto i Comuni firmatari (con adesione successiva al 30 novembre 2015) si impegnano a ridurre le emissioni nei propri territori di almeno il 40% entro il 2030.

Ad oggi (aprile 2016) i comuni europei firmatari sono più di 6.500. La metà è costituita da comuni italiani.

Per saperne di più:

Sito Web del Patto dei Sindaci

Cos’è il Patto dei Sindaci (presentazione)

Perchè il Patto dei Sindaci (presentazione)